Venerdì 4 settembre 2020

Venerdì 4 settembre 2020 2020-08-20T15:36:53+00:00

Grosseto
Mura Medicee: Bastione Maiano

Ore 18,00 > Passeggiata
Passeggiata con Giobbe Covatta (attore, scrittore) e Paola Catella (scrittrice) che presentano il libro “Celestino” di Paola Catella con illustrazioni di Giobbe Covatta; e con Pietro Pettini (architetto) e Emilio Guariglia (giornalista)

Ore 19,00 > Giardino dell’Archeologia
Concerto con Stefano “Cocco” Cantini Trio: “The Art of Song” Stefano “Cocco” Cantini (sassofoni), Jole Canelli (voce), Leonardo Marcucci (chitarre)

Ore 20,o0 > Aperitivo
con prodotti tipici del territorio: Cantina dei Vignaioli del Morellino di Scansano vini, La Maremmana formaggi

Partecipazione € 5
Acquista biglietto

Giobbe Covatta è comico, attore, scrittore, umorista e commediografo. Inizia la sua carriera televisiva al “Maurizio Costanzo show”, negli anni ’90 si dedica al teatro e torna in tv nel 2000 con a fianco Serena Dandini e Corrado Guzzanti nel programma “L’ottavo nano”.
Ha riscosso grande successo anche con i suoi libri. Al festival presenterà il libro “Celestino”, scritto insieme alla moglie Paola Catella scrittrice, sceneggiatrice, autrice televisiva e teatrale.

Stefano “Cocco” Cantini, jazzista, solista al sax soprano, nella sua carriera ha suonato con Michel Petrucciani, Chet Baker, Enrico Rava, Paolo Fresu; ha partecipato a tournée di Ray Charles, Phil Collins, Laura Pausini, Fiorella Mannoia, composto colonne sonore per il teatro (Albertazzi, Riondino, Hendel). Leonardo Marcucci, chitarrista toscano, ha aperto concerti di importanti artisti come Gino Paoli e Gareth Pearson. Dall’incontro con la vocalist Jole Canelli nasce il progetto musicale in duo.

Grosseto

Le mura medicee costituiscono uno dei rari esempi in Italia di cinte murarie ancora pressoché integre. I lavori di ricostruzione delle mura esagonali furono commissionati da Cosimo I a Baldassarre Lanci nella seconda metà del Cinquecento. La realizzazione della nuova cinta muraria in stile rinascimentale comportò la quasi completa demolizione delle preesistenti mura medievali. Il bastione Maiano è uno dei sei bastioni che compongono la cinta muraria, il cui fulcro è il preesistente Cassero senese, che fu inglobato nelle nuove mura.